12 | 26 GENNAIO - 9 FEBBRAIO
Rosa di Gorizia e Villa De Nordis: due storie nate lungo l'Isonzo
Gorizia insolita
Una passeggiata alla scoperta di una Gorizia insolita e nascosta, attingendo alle atmosfere e ai toni della campagna nella sua veste invernale, attraversando quella zona che si sviluppa a ridosso del corso dell'Isonzo, da sempre vocata alla coltivazione della RosadiGorizia, nonché meta prediletta dalla contessa de Nordis per le sue passeggiate a cavallo, durante la sua permanenza in città.

Partendo dall'Agriturismo Brumat, ci incammineremo verso Villa de Nordis, attraversando campi dominati dal monte Sabotino e coltivati a vigneti, oliveti ma soprattutto a Rosa di Gorizia.

In collaborazione con gli agricoltori dell'Associazione produttori Rosa di Gorizia, visiteremo le coltivazioni, capiremo le diverse fasi di lavorazione del prodotto, scoprendo curiosità, caratteristiche, necessità ambientali e climatiche di questo pregiato radicchio autoctono, citato già dal Barone Carl von Czoering, con il nome di "cicoria rossastra", nel suo storico volume "Gorizia la Nizza Austriaca", risalente al 1873.
Anche gli agricoltori più anziani della zona ricordano di averla sempre prodotta, in quanto rappresentava una tra le poche e sicure fonti di reddito durante la stagione invernale. A tal proposito vi sono conservate diverse autocertificazioni che l'associazione ha raccolto.

Arrivati alla Villa, saremo accolti dal proprietario, che ci condurrà in visita nelle sale interne e nel Parco, in parte adibito a orto, in cui viene coltivata anche la Rosa di Gorizia.

Villa de Nordis sorge in un luogo nascosto, a ridosso del fiume, proprio sulla linea di confine con Solkan (Slovenia). L'edifico risale al 1840 ed è legato alla figura della contessa Lyduska de Nordis Hornik, figlia dell'ufficiale boemo Ferdinando Hornik. Una storia unica e particolare, quella della contessa, che riuscì a salvare la sua villa e il parco, destinati a essere incorporati nella Repubblica socialista del maresciallo Tito, facendo cambiare la linea di confine intorno alla sua proprietà.
Terminata la visita, rientreremo all'agriturismo, seguendo un percorso ad anello tra sterrati e coltivazioni, che si affacciano in parte sul fiume.

Il rientro in agriturismo è previsto verso le ore 13.00, dove ci lasceremo deliziare da un menu ad hoc pensato per noi:

#Antipasto
Strudel salato con pinoli, rosa di Gorizia e fonduta al Montasio
#Primo
Chicche di patate con rosa e salsiccia e lasagne al ragù
#Secondo
Arrosto di maiale con crema alla rosa di Gorizia e patate in tecja
#Dolce
Ghibanizza.

RITROVO
RITROVO
0ore 14.00 presso agriturismo Brumat
DURATA
DURATA
circa 3 ore di facile camminata in piano
GUIDA NATURALISTICA
GUIDA NATURALISTICA
Sabrina Pellizon
COSTO
COSTO
Euro 18,00

PRANZO IN AGRITURISMO
PRANZO IN AGRITURISMO
€ 20 (escluse bevande)
Prenotazione obbligatoria allo 0481 532672
gli altri eventi go-experience