12 dicembre 2019
Il Cofanetto della Rosa
Evento di presentazione
Incontro di presentazione del Cofanetto della Rosa, un oggetto prezioso nel quale si incontrano grandi chef -ambasciatori della Rosa- e luoghi iconici di Gorizia, per sostenere quest'ortaggio simbolo della città.

Il programma prevede l'apertura della stagione 2019/2020 della Rosa, la presentazione del Cofanetto, delle attività di incoming, dei tour e degli itinerari organizzati da coworkingo, il calendario delle scuole di cucina e le masterclass dedicate al prezioso ortaggio. Sarà questa l'occasione anche per evidenziare l'impatto dei cambiamenti climatici sulle nostre produzioni, di cui vi porteremo testimonianza diretta.

"Il nostro radicchio ama il freddo, e necessita di un terreno adatto, con uno scheletro di ghiaia che non sia impermeabile" - Così Fabio Brumat, figlio di Franco Brumat, uno dei produttori che hanno fatto la storia della Rosa di Gorizia. "Il cambiamento climatico ci sta mettendo in difficoltà, mia nonna ci diceva che il raccolto della Rosa andava completato entro l'8 dicembre, mentre noi abbiamo appena iniziato la settimana scorsa.
Necessitiamo delle brine che bruciano le foglie meno resistenti; in questo modo si concentra l'energia verso il cuore della Rosa, che si apre e forma un bocciolo a spirale.
Successivamente il radicchio richiede un tempo di maturazione di quindici giorni, e il procedimento di toelettatura. Dalle Rose che consideriamo speciali, prendiamo i semi che pianteremo nell'annata successiva, e ogni agricoltore fa le proprie scelte personali su questo".

Per valorizzare il lavoro degli agricoltori e la tipicità della Rosa di Gorizia è nato il Cofanetto della Rosa, che raccoglie otto ricette proposte da chef stellati, e otto suggestive narrazioni di luoghi di Gorizia che appartengono alla storia della Rosa stessa.
Il progetto è stato ideato e curato da Fabiana Vidoz e Klementina Koren di coworkingo, con progetto grafico di Elisabetta Birsa e alcuni contributi testuali di Valentina Bassanese.

Al termine un rinfresco in collaborazione con l'Istituto Alberghiero Ad Formandum e i vini dell'Associazione Ribolla di Oslavia.
gli altri eventi go-experience